Epilazione Laser Definitiva: le 5 regole per non perdere tempo e soldi

L’epilazione definitiva è indubbiamente l’innovazione più utile che il mondo dell’estetica avanzata abbia mai concepito, ma per non rimanere deluse bisogna fare molta attenzione.





Senza nulla togliere alle altre tecnologie di estetica avanzata che puntano ad obiettivi come il tono della pelle, le adiposità localizzate, la cellulite, possiamo con certezza affermare che l’eliminazione dei peli superflui rappresenta un investimento estetico che allegerisce le nostre vite sradicando un annesso cutaneo, il pelo, che ha perso il 90% del suo scopo primordiale e che per molte persone rappresenta un vero e proprio ostacolo al sentirsi a proprio agio.


La tecnologia oggi ha fatto passi da gigante e sono raggiungibili risultati una volta considerati impossibili, eppure alcune delle cose che più spesso sento dire dalle persone che si sono sottoposte ai trattamenti di epilazione laser sono:


  • Ho buttato tempo e soldi per un trattamento che non ha prodotto alcun risultato” oppure

  • Mi sono sottoposta a epilazione laser e dopo 10 sedute ho ancora tutti i peli” o ancora

  • Dopo un ciclo di epilazione laser sul viso adesso mi ritrovo peggio di prima...ho la barba!!” o

  • L’epilazione laser ha fatto diventare I miei peli bianchi e sottili

ergo:

“ l’epilazione laser non funziona ”

ma la verità è un’altra:

“ l’epilazione laser FATTA BENE funziona alla grande! ”


Il crescente interesse per l’epilazione laser progressiva permanente ha portato sempre più centri estetici ad offrire questo servizio per cavalcare l’onda del momento, senza però avere le competenze per dare risultati alle clienti.


L’errore più frequente che, giustamente, le persone fanno è pensare che siccome il laser è il laser, una tecnologia vale l’altra e i macchinari sono tutti uguali oppure pensare che “centro specializzato in epilazione laser” equivalga a professionalità, competenza e garanzia del risultato.


Dico “giustamente” perché è normale che, chi non è del mestiere, non sappia quali differenze ci siano e come distinguere un servizio realmente professionale da uno improvvisato, quindi:


“Come possiamo accorgerci in tempo se l’epilazione laser sarà un successo o se stiamo per perdere tempo e soldi?”


ECCO LE 5 SEMPLICI REGOLE DA SEGUIRE PER NON PERDERE TEMPO E SOLDI:


1. ATTENZIONE AL MACCHINARIO LASER DIODO CHE VIENE UTILIZZATO



Il laser funziona se ha una potenza di emissione adeguatamente alta, e tale da consentire un’erogazione di energia con impulsi ultra corti (ultra short pulse), ovvero di avere impulsi erogati in un tempo incluso tra i 100 ed i 300 millisecondi. Questo è fondamentale per risultare efficaci anche su peli chiari e sottili o residuali di persone già trattate in passato senza risultato.


Diffida dei laser con area di spot troppo troppo grandi, anche se hanno tanti watt, perchè sarebbe come chiedere ad un tir di correre in formula uno.

Allo stesso modo diffida dei nuovi laser bi o tri-band che lavorano a 810 – 960 – 1040 nm, poichè hanno un senso solo se sei un fototipo 5 o 6 oppure se devi fare fotoringiovanimento viso.


Diffida dei macchinari che provengono da Paesi asiatici e vengono commercializzati in Italia, spesso e volentieri sono macchinari poco professionali e con potenze limitate e, di conseguenza, non adatti a garantirti un buon risultato.


Diffida dei centri che hanno prezzi stracciati, poichè la maggior parte delle volte hanno dei macchinari di scarsa qualità. Il centro estetico li sceglie proprio perché costano meno, per risparmiare e per guadagnare anche facendo prezzi bassi. Queste tecnologie non daranno mai la garanzia di serietà e quindi un risultato soddisfacente.


Ora ti starai chiedendo:

“come faccio a capire se il macchinario è quello giusto?... io di queste cose non capisco assolutamente nulla!”

Fatti rilasciare un certificato di qualità della tecnologia che utilizzeranno su di te e informati in internet riguardo all’affidabilità della tecnologia che ti propongono, perchè come cliente è un tuo diritto avere certezze prima di mettere la tua pelle sotto un laser.

2. PRETENDETE UN’ANAMNESI ACCURATA DELLA PELLE E DEI PELI




E’ fondamentale affidarsi solo a centri estetici e/o medici che ti sottopongono ad un adeguato check-up iniziale prima di procedere al ciclo di trattamenti laser.

Ogni persona è diversa e pertanto richiede un approccio diverso. Prima di avviare un ciclo di epilazione progressiva permanente è quindi indispensabile determinare il tipo di pelle, la biotipologia prevalente, analizzare il tipo di pelo e la densità pilifera della zona per essere certi di individuare il percorso più idoneo in termini di frequenza e numero delle sedute e di impostazione dei parametri da utilizzare.

Inoltre è bene che tu sappia che il laser diodo 808 non “legge” nè il colore rosso nè il colore bianco nè la scarsa quantità di melanina contenuta nei velli, pertanto se vi imbattete in un centro estetico/medico che vi propone risultati fantasmagorici sui vostri peli bianchi o rossi o sulla vostra peluria...fuggite a gambe levate!!!


3. ATTENZIONE ALLA FREQUENZA DELLE SEDUTE


Faresti meglio a cambiare aria anche quando il centro estetico/medico ti propone sedute a cadenza mensile o a cadenza fissa regolare (tipo ogni 3 mesi) o peggio ancora sedute a cadenza casuale e senza programmazione, perchè non renderanno possibile un risultato permanente e radicale.


Il tempo di ricrescita del pelo trattato, sin dalle prime sedute, DEVE essere possibilmente in linea con le fasi di crescita anagen dei peli, che mediamente durano 3/4 mesi, quindi i tempi tra una seduta e l’altra devono progressivamente allungarsi fino ad arrivare ad almeno 90 giorni per poi allungarsi ulteriormente allo scopo di garantire il mantenimento del risultatto ottenuto.


Prove medico-scientifiche hanno dimostrato che solo trattando per 18-24 mesi una zona del corpo è possibile trovare tutti i peli di quella zona nella fase attiva (chiamata anagen)

Senza questa condizione non si fa epilazione permanente, si sta soltanto eliminando l’eumelanina presente nei peli con lo spiacevole inconveniente di ritrovarsi con peli più chiari e più sottili rispetto alla fase inziiale e quindi ancora più difficili da eliminare

Diffida dei centri estetici che non fissano un controllo per stabilire la data del trattamento successivo!


Diffida dei centri che hanno il laser a noleggio per un tot di giorni al mese poichè non riuscirebbero a garantire un ciclo di sedute personalizzato che segue la ricrescita del vostro pelo!


4. ATTENZIONE ALLA PREPARAZIONE DELLA PELLE PRIMA E DOPO LA SEDUTA





Il centro estetico che si limita a farti rasare il pelo prima della seduta, mettere il gel e poi passare il manipolo il più velocemente possibile senza darvi inicazioni su cosa dovreste fare prima e dopo non è un centro professionale e ci sono altissime probabilità che il trattamento non sarà risolutivo.

La pelle deve essere preparata adeguatamente prima (non solo il giorno precedente) e dopo ogni trattamento. Una pelle ispessita, disidratata, con ipercheratosi o grassa, può disperdere dal 5% al 50% della potenza erogata dal laser. I fenomeni di scattering, riflessione e rifrazione possono diminuire l’efficacia del laser diodo fino al 50% in meno, con risultati minimi o nulli. E’ indispensabile che i prodotti utilizzati per la preparazione della pelle siano specifici per consentire alla pelle di raggiungere e mantenere un equilibrio indispensabile a non disperdere l’energia del laser rendendo inefficicaci le sedute. Soprattutto I prodotti utilizzati NON devono essere fotosensibilizzanti.

Non bisogna fare la ceretta prima o dopo la seduta di laser diodo, né devono essere utilizzate pinzette o epilatori elettrici perchè se il pelo viene “strappato” non rimarrebbe nulla da colpire.


Il pelo va rasato qualche giorno prima (o al più tardi il giorno prima) affinchè durante la seduta abbia una lunghezza di circa 1-2 mm.


5. ACCERTATEVI DELLA COMPETENZA DELL’OPERATRICE


Ultima cosa indispensabile affinchè i trattamenti laser siano davvero efficaci è un po’ tecnica e di difficile valutazione, ma cercherò di semplificarti l’indagine.


“Come faccio a capire se l’operatrice sta eseguendo il trattamento nel modo giusto?



  • Se non imposta il corretto protocollo di lavoro la seduta sarà inefficace.

Assicurati sempre che il centro a cui ti rivolgi, oltre ad avere una tecnologia laser valida, abbia una lunga esperienza in questo tipo di servizio (chiedi da quanti anni si occupa di epilazione permanente) e soprattutto assicurati che i parametri da impostare siano stati selezionati appositamente per te da personale responsabile e preparato;

  • Se l’operatrice è troppo VELOCE (e quindi IMPRECISA) e tu NON SENTI DOLORE vuol dire che non sta colpendo tutti i bulbi

La velocità di esecuzione, la precisione, la perpendicolarità del manipolo e la sua aderenza alla pelle sono FONDAMENTALI per la riuscita del trattamento, altrimenti non ti stai sottoponendo a epilazione permanente ma al massimo ad una seduta di sfoltimento, quindi verrà eliminata solo una percentuale dei peli che va dal 40 al 70% ed il resto verrà trasformato in peluria più chiara e sottile.

Un pelo in fase anagen può essere danneggiato in modo permanente a patto che l’energia che lo colpisce sia erogata in un tempo inferiore al suo stesso T.R.T. ( TEMPO DI RILASSAMENTO TERMICO ).Questo è il principio di base degli studi della FOTOTERMOLISI SELETTIVA, se il tempo di erogazione dell’energia è troppo alto il follicolo in fase anagen viene danneggiato ma in modo non permanente ( studio scientifico di Anderson & Parrish 1983).


Assicurati che il centro a cui ti sei rivolta dedichi tempo e costanza alla formazione delle sue operatrici sia a livello pratico, che teorico (non basta che ti mostri un attestato formativo di corsi che il più delle volte durano dalle 2 ore alle 6 e si riducono ad un insieme di nozioni teoriche). E’ fondamentale che l’operatrice abbia fatto molte ore di pratica affinchè possa aver sviluppato una manualità tale da garantire la buona riuscita del trattamento laser.


Un uso scorretto di queste tecnologie può provocare danni permanenti alla pelle.

  • Se l’operatrice usa lo stesso gel per tutta la zona da trattare, soprattutto se ampia, il trattamento sarà insoddisfacente o nullo



Spesso per praticare l’epilazione laser su zone molto ampie come gambe, braccia ecc e garantire una lavoro più preciso, l’area viene suddivisa dall’operatrice in quadranti utilizzando con una matita bianca. Durante il trattamento il manipolo sormonta le righe bianche sporcandosi ed anche il gel applicato tende ad assumere un colorito biancastro. Se il manipolo non viene pulito spesso durante la seduta e se il gel viene “spostato” da un quadrante all’altro il trattamento sarà ugualmente inefficace e deludente, poichè, come abbiamo già detto, il laser 808 non legge il colore bianco.


  • Se ti imbatti in una operatrice che commette uno di questi errori rivolgiti al/alla titolare del centro laser,

In questo modo eviterai che l’operatrice possa danneggiare delle persone oltre che te stessa e consentirai al centro di comprendere che l’operatrice necessita di ulteriore formazione.


ULTIMI CONSIGLI:


  • Controlla sempre le recensioni del centro a cui ti rivolgi specificatamente nel settore dell’epilazione progressiva permanente.

  • Non acquistare mai un percorso di trattamenti se non hai capito bene fino in fondo il tutto, qualsiasi dubbio tu abbia, chiedi e stai alla larga da chi non ha risposte alle tue richieste, rimane sul vago o ti sembra impreparato.


RIASSUMENDO:

“L’epilazione laser FATTA BENE funziona alla grande!”
  1. Fatti rilasciare un certificato di qualità della tecnologia laser che utilizzeranno su di te e informati in internet riguardo all’affidabilità della stessa;

  2. Affidati solo a centri estetici e/o medici che ti sottopongono ad un adeguato check-up iniziale prima di procedere al ciclo di trattamenti laser;

  3. Diffida del centro estetico/medico che ti propone sedute a cadenza mensile o a cadenza fissa regolare (tipo ogni 3 mesi) o peggio ancora sedute a cadenza casuale e senza programmazione

  4. Diffida del centro estetico che NON vi da inicazioni su cosa dovreste fare prima e dopo la seduta affinchè la vostra pelle sia in equilibrio prima di sottoporvi al laser

  5. Chiedi da quanti anni il centro estetico si occupa di epilazione permanente e controlla le relative recensioni

  6. Chiedi se le operatrice hanno ricevuto una adeguata formazione teorica e soprattutto pratica e chi decide I protocolli da impostare

  7. Fai una seduta prova prima di acquistare un pacchetto di trattamenti:

▪ se la seduta è veloce ed indolore

▪ se trattando una zona ampia viene suddivisa in quadrati con una matita bianca ed il manipolo non viene pulito spesso e/o il gel sporco di bianco non viene cambiato spesso

NON acquistare il pacchetto, poiché il ciclo non sarà soddisfacente.


Ora hai tutti i mezzi per valutare un buon trattamento di epilazione laser e scegliere in maniera consapevole a chi affidare la tua pelle.


Per ogni esigenza, per maggiori informazioni o per richiedere il tuo check-up gratuito e valutare la tua situazione specifica, chiamaci al:


☎ 3479340690 o scrivici su whatsapp

📧 lafenice_sp@libero.it



Saremo liete di accoglierti nel nostro centro e rispondere a tutte le tue domande.


Il nostro centro estetico La Fenice adotta un metodo personalizzato creando protocolli su misura e garantire quindi risultati certi.


Cosa aspetti a chiamarci❓

282 visualizzazioni0 commenti